Pastiera light al farro

pastiera

 

Una delle ricette più famose della nostra tradizione, la pastiera, buona da morire ma extra calorica…potevo non provare a rendere leggera e salutare anche questo caposaldo della nostra cucina?! Ovvio che no! Il risultato è un dolce profumatissimo e da leccarsi i baffi, è di una goduria incredibile! Reso particolare dallo spezzato di farro Prometeo usato al posto del grano e dal miele Rigoni di Asiago, io ho scelto quello all’arancio, ma con loro avete l’imbarazzo della scelta! Per la base ho scelto una frolla senza burro e senza uova, che devo dire, mi ha stupita tantissimo per la sua versatilità, ma soprattutto per il gusto, delicatissima, molto meglio di quella tradizionale GARANTISCO!!

 

pastiera-003

 

pastiera-004

Per la ricetta base della pasta frolla vi rimando subito alla video ricetta: PASTA FROLLA VEGAN

 

pastiera-002

 

Per il ripieno:

- 100 g di spezzato di faro secco Prometeo

- 2 cucchiai di miele Rigoni di Asiago all’arancio

- 350 g di ricotta

- 100 g di zucchero di canna

- 100 g di canditi d’arancia

- 2 uova

- acqua di fiori d’arancio

- cannella

- 1 pizzico di sale

 

pastiera-001

 

Per prima cosa lessate il farro per circa 15-20 minuti, una volta pronto scolate l’acqua in eccesso, lasciate intiepidire e unite il resto degli ingredienti.

Stendete la pasta frolla e ricoprite una tortiera da 28 cm di diametro (potete anche aiutarci con della carta forno) lasciando i bordi abbastanza alti, versate il ripieno di ricotta, adagiate le striscioline di pasta frolla nella classica maniera e richiudete i bordi.

Infornate a 175° per almeno 45 minuti. Una volta pronta lasciate raffreddare completamente e servite. Prima di tagliarla vi consiglio di lasciarla qualche ora in frigo.

 

 

Buoooooona!

Video-ricetta: Scones alla mela senza burro e senza uova

scones alla mela

 

Biscottoni vegan, buonissimi e leggeri! 100% salutari, ricchi di fibre e poveri di grassi e zuccheri raffinati.

Questi dolcetti non hanno bisogno di presentazioni, restano morbidi per giorni e li potete aromatizzare come volete, gocce di cioccolato, pere, uvetta, datteri…a voi la scelta!

 

Ingredienti:

 

- 250 g farina integrale

- 50 g farina d’ avena

- 20 g  fiocchi d’avena

- 2 mele

- 200 ml circa di latte vegetale  (io ho usato quello di mandorla)

- 50 g di zucchero grezzo

- 60 g di canditi d’arancia bio (se non li avete aumentate lo zucchero)

- 1/2 bustina di lievito per dolci

- 1 cucchiaino di bicarbonato

- cannella

- 1 pizzico di sale

 

IMG_1949

 

Pulite le mele e privatele dei semini, tagliatele a cubetti e unitele a tutti gli ingredienti, versando poco alla volta il latte di mandorla fino ad ottenere un impasto morbido ma non troppo appiccicoso.

Stendete quindi il composto alto pochi cm e ricavatene dei biscotti utilizzando un bicchiere o un apposito coppa pasta.

Infornate a 175° per circa 10-15 minuti.

 

Video-ricetta: Pere in crosta per San Valentino

buon

 

Domani sarà San Valentino, come ogni anno questo giorno si colorerà di rosa, cuori, cioccolatini, baci e abbracci…non sono mai stata un’amante di questa festa non essendo molto romanica, mi è sempre rimasta indigesta!

Però quest’anno ho fatto un eccezione e insieme al mio fidanzato (un po’ timido davanti la telecamera!!!) abbiamo fatto un dolce video, ma non troppo dato che sono delle pere ripiene al formaggio! Non troppo leggera come ricetta, ma molto molto gustosa e, ogni tanto, ci sta!

Mi sono divertita tanto con Gianpaolo a fare questo “dolcetto” un po’ particolare, lui è stato bravissimo, sia a fare la sua meravigliosa brisè senza burro, che sopportarmi in tutti questi giorni passati insieme!

 

scelta

 

Ingredienti:

 

200g di farina bianca

80g di olio evo

70g di acqua

latte per spennellare

succo di mezzo limone

cannella

sale

formaggi a piacere (brie e gorgonzola)

3 pere

un cucchiaio di brandy

mandole e noci a pezzetti

zucchero di canna

 

Per prima cosa bisogna spaccare a metà le pere, rimuovere il torsolo, i semi e la buccia.

Con uno scavino, rimuovere anche un po’ di polpa e metterla da parte.

Spennellare le pere con il succo del limone in modo che non anneriscano e disporle su una placca da forno.

Per la pasta brisè senza burro bisogna unire la farina e il sale all’olio extra vergine di oliva e iniziare ad impastare, aggiungere secondariamente l’acqua poco alla volta fino ad ottenere un palla liscia e omogenea.

Stendere la pasta e ritagliare delle “gocciolone” con cui vanno foderate le pere.

Prima di infornare a 180° per 15-20 minuti, spennellare con il latte e spargere un po’ di zucchero di canna sopra.

Per il ripieno, mischiare la pera, con un goccio di brandi, un pizzico di cannella e i formaggi.

Riempire le pere, spolverare sopra un po’ di mandole e noci tritare, quindi infornarle nuovamente fino a doratura!

 

 

Vi auguriamo un felice San Valentino.

Salame al cioccolato senza uova e senza burro

foto salame post

 

Pronti per carnevale??? Io si! Si vede? Quest’anno i pirati mi hanno rapita sulla loro nave e mi hanno fatto scoprire un salame al cioccolato buonissimo, ma che dico, strepitoso! E siccome i pirati non avevano con sé uova e burro, questa è la versione vegan di uno dei dolci più buoni, facili e famosi della nostra tradizione!

Una variante più leggera della classica, fatta con poco olio e latte vegetale, io ho scelto quello di mandorla che adoro, ma voi potete mettere quello che preferite!

Provatelo e non ve ne pentirete!

 

foto salame post-001

 

Ingredienti:

- 130g biscotti sbriciolati

- 150g cioccolato

- 60g mandorle tritate + una manciata intere

- 40/80 g latte di mandorla

- 40g di olio

- canditi a piacere

-30g di liquore (facoltativo)

- cannella, sale e estratto di vaniglia

 

foto salame post-003

 

foto salame post-004

 

Sciogliere il cioccolato fondente al microonde o a bagnomaria.

Quando è completamente fuso, unirlo al resto degli ingredienti secchi (biscotti, mandorle, vaniglia, sale, cannella e canditi)

Aggiungere il liquore, l’olio e in ultimo il latte di mandorla (o quello che preferite) poco alla volta fino a raggiungere la consistenza giusta (né troppo duro, né troppo duro)

Il composto va versato in un foglio di carta forno dando una forma allungata, io mi sono aiutata con una teglia.

Lasciare raffreddare in frigo per un’ora o anche in congelatore se volete fare più in fretta.

Per dare un aspetto anche più simile ad un salame vero, l’ho arrotolato con il filo dell’arrosto e spolverato con lo zucchero a velo.

Servirlo a fette e gustare in compagnia!!!