Faq

Le vostre domande più frequenti riguardo la PASTA DI ZUCCHERO   Cliccate qui per vedere il post- tutorial sulla pasta di zucchero impastata a mano.  
  • Posso realizzare la pasta di zucchero a mano o devo per forza usare un’impastatrice o un robot. La pasta di zucchero può essere tranquillamente realizzata a mano, come ho mostrato nel post tutorial dedicato alla pdz.
 
  • Posso usare lo zucchero a velo normale o frullarlo per ottenere lo zucchero a velo? No, a meno che non aggiungiate la percentuale di amido. Lo zucchero a velo industriale infatti ha un’aggiunta di amido, responsabile della buona riuscita della pasta. Per questo io consiglio di comprarlo.
 
  • Perché usi il miele e non il glucosio? Perché mi trovo meglio, il miele rende la pasta leggermente più morbida e lo reperisco meglio del glucosio (anche a parità di spesa), ma potete tranquillamente usare il glucosio!
 
  • Ho realizzato la pasta di zucchero, come e per quanto tempo posso conservarla? Per conservare al meglio la pasta di zucchero occorre chiuderla in un foglio di pellicola e in un barattolo a chiusura ermetica, dopodiché potrete tenerla in dispensa (MAI IN FRIGO) meno starà a contatto con l’aria, più si conserverà. Per quanto riguarda i tempi di conservazione, se la pasta è destinata a ricoprire una torta io consiglio di non superare mai 1 mese, altrimenti perderebbe un po’ troppo di elasticità. Se dovete lo piccoli soggetti potete invece conservarla per un periodo più lungo.
 
  • La pasta di zucchero mi risulta troppo molle, cosa devo fare? Aggiungere zucchero a velo! E’ importante seguire abbastanza attentamente le dosi di liquidi per evitare questo problema.
 
  • La pasta di zucchero è troppo dura e si sgretola, cosa devo fare? Nella maggior parte dei casi questo problema è dovuto alla qualità dell colla di pesce, il mio consiglio è quello di usare Pane Angeli. Per Arginare il problema provate ad aggiungere un pò d’acqua o un goccino di miele/glucosio.
 
  • Come si colora la pasta di zucchero? Con coloranti alimentari liquidi, in gel o in polvere. I coloranti liquidi sono quelli che costano di meno e si trovano con estrema facilità, ma la resa sulla pasta è scarsa, i colori sono tenui, pallidi e per tonalità intense dovrete aggiungere parecchio colore, ciò potrebbe variare la consistenza della pasta, rendendola molle. I coloranti in gel si trovano in negozi specializzati o su internet, la resa sulla pasta è sicuramente migliore di quelli liquidi anche se alcune tonalità sono spente, ma questo dipende anche dalla marca dei coloranti. Sono versatili e comodi da usare, la pasta non cambia di consistenza e si miscelano velocemente. I coloranti in polvere sono i migliori per quanto riguarda la resa, un po’ più lungo il procedimento di miscelazione, poiché dovranno essere sciolti in poche gocce d’acqua, ma se fatto correttamente il colore sulla pasta sarà omogeneo, brillante ed intenso. Un po’ più difficili da reperire, si trovano di solito in negozi specializzati all’ingrosso o su internet. Io li uso insieme a quelli in gel.
 
  • Come posso ottenere un nero e un rosso intenso? (Questi trucchi sono di Zucchero e Spezie) Sicuramente no con coloranti liquidi, prediligete quelli in polvere o i concentrati in gel. Per ottenere un nero intenso partite da una base marrone, blu scuro o grigia e lasciarla riposare almeno una notte, dopodiché si potrà procedere a colorare la pasta con un nero in polvere come spiegato sopra (meglio se diluito in alcol trasparente o colorante in gel) Per il rosso il procedimento è simile, si parte da una pasta rosa lasciata riposare e si colora con colorante in polvere diluito in Alchermes, colorante liquido rosso o gel.
 
  • Come devo stendere la pasta di zucchero? Con l’aiuto di un mattarello (ovviamente!), è importante che il piano da lavoro sia ben spolverizzato con amido (questo secca un po’ di più la pasta) o zucchero a velo. Rigirare spesso la pasta e “massaggiare” lo zucchero sulla sfoglia, per evitare che si macchi. Lo zucchero a velo deve essere spolverano in modo uniforme.
 
  • Per ricoprire una torta in pasta di zucchero come devo fare? La torta deve essere prima ricoperta con uno strato di crema di burro o panna montata vegetale. La crema di burro è indicata sopratutto nelle stagioni estive, isola perfettamente dall’umidità e se lasciata indurire pochi minuti in frigo si lavora molto bene. La panna montata vegetale è sicuramente più leggera al gusto della crema di burro, isola anch’essa bene dall’umidità, ma attenzione a lavorarla ben fredda, per questo in estate potrebbe dare qualche problema. Per ricoprire la torta basterà stendere la pasta di zucchero e con l’aiuto di un mattarello porla sulla nostra torta.
 
  • Come posso evitare che si formino pieghe sui bordi? Con un po’ di esperienza! Il segreto è quello di allargare leggermente i lembi di pasta sul bordo e poco alla volta partendo dall’alto far aderire la pasta alla torta. Per le torte squadrate il procedimento è il medesimo, ma per prima cosa è importante sagomare gli angoli e passare poi ai lati.
 
  • Come posso evitare che si formino antiestetiche bollicine sotto la sfoglia di pasta di zucchero? Le bollicine si formano di solito quando si usa la panna montata per ricoprire la torta. Per risolvere il problema potete bucare con uno spillo sottile la bollicina e con le mani leggermente umide far uscire l’aria ed eliminare il forellino. Un consiglio e quello di utilizzare uno smoother, che ridurrà la formazione di bollicine e vi aiuterà a levigare meglio le superfici.
 
  • Cosa devo fare se la pasta di zucchero sulla torta diventa umida e appiccicosa? Questo accade quando la pasta di zucchero prende umidità dalla torta o dall’ambiente circostante, come detto prima usate solo panna montata vegetale o crema di burro. Potete risolvere la situazione mettendo la torta in frigo, ben protetta da fogli di stagnola, infatti spesso il problema è che la torta si bagna proprio in frigo, se questo dovesse risultare umido. In questo modo la superficie rimarrà asciutta.
 
  • Come conservo una torta ricoperta in pasta di zucchero? Come detto sopra, protetta in fogli di stagnola e riposta nella parte più fredda del frigorifero (in basso).
 
  • Posso realizzare soggetti in pasta di zucchero in anticipo e per quanto posso conservarli? Certamente, i soggetti in pasta di zucchero, una volta induriti si conservano per tantissimi mesi, senza ingiallire.