Menù di Natale – Crostatine di Gingerbread all’arancia

Da oggi inizierò a presentarvi qualche ricetta per il menù di Natale.

Queste crostatine dal gusto molto natalizio, sono un’ottima idea per la colazione di Natale.

Da accompagnare con una tazza d’orzo caldo.

 

crostatine giger

 

Ingredienti per la pasta di Gingerbread:

- 420 gr di farina “00”

- 150 gr di burro

- 150 gr di miele

- 120 gr di zucchero semolato

- 1 uovo

- 2 cucchiaini colmi di cannella

- 1 cucchiaino e mezzo di zenzero

- 1 cucchiaino raso di bicarbonato

- 1 pizzico di sale 

 

Per la farcitura:

- Marmellata d’arance amare quanto basta (Rigoni di Asiago)

 

 crostatine giger-2

 

Preparazione:

In una ciotola impastare con le mani la farina e il burro fino ad ottenere delle grosse briciole, aggiungere il resto degli ingredienti e continuare ad impastare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Lasciare riposare in frigo avvolto in un foglio di pellicola per circa un’ora. Stendere la pasta e ricavarne dei cerchi ed inserirli nella teglia adatta alla preparazione dei muffin (imburrata e infarinata).

Farcire le crostatine con un po’ di marmellata e chiudere con delle striscioline di pasta. Infornare a 175° per una decina di minuti facendo attenzione che non dorino troppo (la cottura del Gingerbread è molto veloce!).

Appena sfornate sono molto fragili e non possono essere rimosse dalla teglia, quindi lasciate raffreddare un pochino e poi estraetele con una forchetta.

 

 

crostatine giger-1

 

Il connubio tra il Gingerbread e l’arancia amara è qualcosa di fantastico a casa mia sono sparite subito, comode anche da portare a lavoro per uno spuntino o nella merenda dei vostri bambini .

Questo è lo stesso impasto che ho usato per fare i classici biscotti di Gingerbread che vi farò vedere tra pochi giorni.

 

Spero che siano piaciute un bacio alla prossima, ♥♥♥ Elisabetta ♥♥♥

Idee per un buffet…

Ma quanto ci piacciono gli stuzzichini dei buffet?! A me tanto, tantissimo! Potessi farei diventare tutto una monoporzione da gustare in piedi, o sdraiati al sole…comode pietanze saporite che si mangiano in un sol boccone e si sa…uno tira l’altro!

Mi sto appassionando tantissimo al mondo dei buffet, sarà un po’ per la moda (inutile negarlo) un po’ per la comodità di poter mangiare bene e in modo originale in ogni luogo, che ogni occasione è buona per provare ricettine nuove!!

Le cosine che vi farò vedere oggi le ho preparate per il compleanno di Gianpaolo che ha festeggiato in ufficio.

PANINI AROMATIZZATI CON ERBETTE: (la ricetta della pasta da rosticceria è di Kitty) - 1 kg farina 00 - 100 gr zucchero - 100 gr strutto o burro - 30/35 gr sale - 40/50 gr lievito di birra - 400/430 gr acqua tiepida - pomodori secchi - olive - Parmigiano - uovo e/o latte per spennellare

- formaggio spalmabile - erbette a piacere (timo, basilico, rucola, maggiorana ecc…)

Si impasta tutto e si mette a lievitare in un luogo tiepido per circa due ore. A questo punto si divide l’impasto in 3 parti alle quali aggiungeremo olive, pomodori secchi e il formaggio tutti tritanti finemente. Si ricavano poi dalla pasta lievitata delle piccole palline e si adagiano su una teglia ricoperta di carta forno. Si spennellano con un tuorlo diluito in poco latte e si lasciano lievitare un’altra ora. Prima di infornare si spennellano un ultima volta e si infornano a 180° fino a doratura (non far cuocere troppo!) Una volta pronti si tagliano a metà e si farciscono con la cremina di formaggio spalmabile, alla quale avrete aggiunto le erbette sminuzzate. Questi panini sono morbidissimi e potrete farcirli come volete, carne, verdure creme di funghi o di pesce…insomma ottimi e molto versatili, si possono anche congelare tranquillamente per averli a portata di mano!

buffet gp-4

buffet gp-5

GRISSINI SPEZIATI: (la ricetta è di Cindystar) - 250g di farina - 15g. di burro - 15g. di strutto o burro - 150g. di latte freddo - 1 cucchiaino raso di sale

- passata di pomodoro - paprika - origano - senape - sale &olio

Si impasta tutto velocemente e si stende la pasta in una sfoglia sottile, farcire con le spezie e la salsa di pomodoro e ritagliare delle strisce larghe circa 2 cm chiuderle a metà e arrotolarle leggermente per dare la forma a spirale. Disporre i grissini in una teglia ricoperta con carta forno e infornare fino a doratura a 180°-190°. Ottima la ricetta di questi grissini, velocissima e di grande effetto, si preparano e ci cuociono in un baleno, perfetti per ospiti improvvisi! Da farcire con cubetti di formaggio e salumi o semplici con poco sale sopra.

buffet gp-2

buffet gp-3

LASAGNE MONOPORZIONE:

Per fare queste lasagnette ho usato3 diverse formine per ottenere 3 diverse porzioni. Preparate la pasta secondo la vostra ricetta (io ho usato la pasta secca De Cecco sbollentata in acqua salata), disponendo alla base un foglietto di pasta e alternando gli strati con salsa, pasta e besciamella. E’ importante ungere gli stampini (anche gli antiaderenti!) e per quelli più alti sarebbe meglio usare della carta forno. Se invece intendete mangiare la pasta direttamente dalla formina (in questo caso vi consiglio gli stampini più regolari che avete), potete aumentare la dose di besciamella e salsa e diminuire quella di pasta, in modo da rendere le lasagnette più morbide anche da fredde e poterle mangiare addirittura con un cucchiaino!

lasagnette monoporzione

lasagnette monoporzione-2

lasagnette monoporzione-3

BICCHIERI ALLA FRUTTA: Per la base: - pan di spagna - succo di frutta 

Per la crema bianca al limone e vaniglia: - 3 tuorli - 75 g zucchero - 57 g farina 00 - 375 ml latte intero - la buccia di 1 limone e un goccio di Maraschino - essenza di vaniglia - 250 g di ricotta (usata per alleggerire la crema, al posto della panna) Gelee ai frutti di bosco: - 100 ml acqua - 500 g di frutti di bosco misti - 2 cucchiai di succo di limone - 60 g di zucchero - 6 g di colla di pesce Gelee alle pesche: - 400 gr Polpa di pesca - 80 gr Zucchero - 7 gr Colla di pesce - un po’ di acqua

Per far rapprendere meglio il gelee sarebbe bene lasciar riposare i bicchierini in frigo almeno 3-4 ore, se siete di fretta aumentate la dose di colla di pesce, o ponete in freezer per un po’.

buffet gp  buffet gp-1

MUFFIN CON GOCCE DI CIOCCOLATO: ricetta di Joyofbaking - 115 gr burro morbido - 130 gr zucchero semolato - 3 uova - vaniglia - buccia di un limone (facoltativo) - 210 gr farina 00 - 1 cucchiaino e 1/2 di lievito - un pizzico di sale - 60 ml latte - 150 g di gocce di cioccolato

Montare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova una alla volta e aggiungere gli altri ingredienti. Con l’aiuto di una sac a poche inserire il composto nei pirottini di carta e infornare a 180° per 20 minuti. Questi muffin sono ideali da decorare, sia con pasta di zucchero che con panna e frosting vari, si mantengono per giorni, ma non tengono bene la congelazione…

buffet gp-6

IMG_1845

Un bacio e alla prossima!

Elisabetta

Stecchi Golosi

 

Tempo fa su Pinterest (e ringrazio Monica e Paola per avermelo fatto scoprire!!) avevo visto i famosi “Pie pops” americani, una sorta di mini apple – cherry pie su uno stecco di plastica o legno, da mangiare a mo’ di gelato…erano a dir poco meravigliosi! Un’idea fantastica ideale per i bambini e per i buffet…purtroppo però non sono riuscita a risalire alla fonte di questa genialata, credo che a quest’ora sarebbe la Guru delle mini pie!

Comunque, neanche a dirlo su Sale & Pepe di maggio c’era proprio una deliziosissima Cherry pie alle mandorle, era destino che li facessi! Così mi sono ricopiata la ricetta per la pasta e li ho farciti a modo mio… Philadelphia, zucchero e marmellata di visciole Rigoni di Asiago…che dirvi?!?   Provateli e mi saprete direee! Inoltre sono di una facilità estrema e anche molto veloci! E che vogliamo di più?!

stecchi golosi-10

Per la pasta (io ho dimezzato le dosi): - 140g di farina 00 - 90g di burro - 3-4 cucchiai di acqua ghiacciata - 1 pizzico di sale

Per la crema di Philadelphia: - 70g di Philadelphia o un altro formaggio cremoso - 1 cucchiaino di zucchero - 1 cucchiaio abbondante di marmellata, io ho usato quella di visciole Rigoni di Asiago

In una bulle si mescola la farina con il sale, unire il burro freddo tagliato a pezzetti ed impastare con le dira fino ad ottenere delle grosse briciole, a questo punto aggiungere uno alla volta i cucchiai d’acqua ghiacciata e impastare velocemente. Avvolgere poi l’impasto in un foglio di pellicola e riporre in frigo.

Intanto prepariamo la crema mischiando il formaggio con lo zucchero e la marmellata.

Stendiamo la pasta in una sfoglia sottile e con l’aiuto di un coppa pasta ricaviamo delle formine, io ho fatto cuori e cerchietti!

Stecchi golosiStecchi golosi-1

Farciamo ogni formina con un po’ di crema e una punta di marmellata, adagiamo lo stecchino di legno all’interno e richiudiamolo con un altra formina di pasta.

Farciamo ogni formina con un po’ di crema e una punta di marmellata, adagiamo lo stecchino di legno all’interno e richiudiamolo con un altra formina di pasta. Sigilliamo i bordi con una forchettina, spennelliamo con un po’ di uovo battuto e bucherelliamo leggermente la superficie; volendo si può spolverizzare con un po’ di zucchero semolato, che in forno si caramella…mmmm buono! In forno a 190° fino a doratura. Io consiglio di lasciarli riposare in frigo un oretta prima di metterli in forno, ma se siete di fretta non è essenziale!

Stecchi golosi-2Stecchi golosi-3Stecchi golosi-4Stecchi golosi-5Stecchi golosi-6

Et voilà, ecco come sono usciti dal forno! La pasta è prima di zucchero, quindi si presta ad ogni tipo di preparazione dolce e salata…credo proprio che presto replicherò con un cuore di formaggio filante, prosciutto e verdurine!

Stecchi golosi-7Stecchi golosi-9

Spero di aver dato, a chi non li conosceva, un’idea carina per stupire i bimbi e far felici i grandi con pochi ingredienti!

These american Pie pops are a great idea for kids and perfect for buffet.

I have filled them with Philadelphia, sugar and cherryes jam. They are so easy and tasty!!

For about 10 pie: - 140g of flour 00 - 90g butter - 3-4 tablespoons ice water - 1 pinch of salt

- 70g of Philadelphia or another cream cheese - 1 teaspoon sugar - 1 tablespoon of jam

In a bowl I have kneaded with finger flour, salt and cold butter cut in pieces until you get big crumbs. Now add tablespoons of ice water and knead quickly.

Cover the dough and put it in fridge.

Meanwhile prepare the filling by mixing the cheese with sugar and jam.

Roll out the dough into a thin sheet, I have made circles and hearts, but you can choose  any other form!

Contest di Lory

Raccolta Estate in Tavola

Raccolta buffet in giardino

Bacissimi, Eli.

Pasqua e tradizioni: la nostra colazione marchigiana

 

COLAZIONE DI PASQUA 2011-1

Casa mia la mattina di Pasqua si riempie di profumi inebrianti, tra pasqualina, pane, torta di foraggio…la tradizione pasquale marchigiana offre vere prelibatezze che non cucinare per la tradizione pasquale è davvero un peccato…di gola!

Il prete passando a benedire la casa ha trovato la tavola apparecchiata con la migliore tovaglia ricamata a mano, con tanti cibi: le uova sode (in alcuni casi anche colorate), le pizze, il salame, il vino, l’acqua e il pane.

Sono cose e altre ancora che sono state tradizionalmente fatte benedire per essere utilizzate la mattina di Pasqua per la colazione.

In alcune zone delle Marche la tradizione della colazione, della mattina di Pasqua, è ancora forte e mette in secondo piano il pranzo.

Oltre alle vivande benedette, due pietanze popolarissime nell’entroterra marchigiano, si preparano quella mattina.

La frittata con la mentuccia (in alcune zone è fatta anche con l’acqua benedetta), e la corata d’agnello in padella.

(http://www.saperesapori.eu/)

Ovviamente ogni famiglia ha la sua ricetta, che si tramanda di generazione in generazione, ma noi, con una mamma siciliana abbiamo adattato le ricette delle più classiche preparazioni!

Quest’anno sulla nostra tavola c’erano: Torta di formaggio in cassetta, Frittata alle erbe aromatiche, Pasqualina con biete e spinaci, Insalata di asparagi, Uova di quaglia sode, Segna posto al foraggio, Salame Strolghino, Tagliere di formaggi marchigiani con Casciotta di Urbino e Caciotta di Colfiorito, Noci e Fave fresche in baccello; il tutto accompagnato da un ottimo Verdicchio di Castelli di Jesi.

IMG_8568COLAZIONE DI PASQUA 2011

Torta Pasqualina:

Per realizzare questa torta non abbiamo usato la solita sfoglia, ma una parte dell’impasto della torta di formaggio, la ricetta l trovate a questo link: http://rosijofarecon.blogspot.com/2009/05/pizza-al-formaggio-dalla-tradizione.html

L’interno era fatto con: - 500g circa di bietoline - 500g circa di spinaci - 250g di ricotta fresca - 100g di Speck - 1 uovo sodo - olio extravergine di oliva - erbe aromatiche - sale

Per prima cosa si lessano le verdure in acqua salata, una volta cotte si strizzano bene per eliminare l’eccesso d’acqua e si tagliano in piccoli pezzetti; in una boule si impastano le verdure con il resto degli ingredienti. A questo punto si stende una parte di impasto per la pizza lievitato e si fodera lo stampo  facendolo aderire ai bordi della teglia. Si riempie la torta con il ripieno di verdure e si dispone l’uovo sodo al centro. Si chiude la torta con un sottile strato di pasta, si bucherella e si chiude, con l’aiuto di una forchetta, sui bordi.

In forno a 180° fino a doratura.  La torta è stata cotta nello stampo da crostata antiaderente di Guardini.

COLAZIONE DI PASQUA 2011-2 COLAZIONE DI PASQUA 2011-3COLAZIONE DI PASQUA 2011-4COLAZIONE DI PASQUA 2011-5 La Torta di formaggio è stata preparata da mia sorella Federica, sempre seguendo questa ricetta: http://rosijofarecon.blogspot.com/2009/05/pizza-al-formaggio-dalla-tradizione.html

COLAZIONE DI PASQUA 2011-6

Salamino Strolghino di Terre Ducati COLAZIONE DI PASQUA 2011-7 Segna posto di pane personalizzati con semi di sesamo, pinoli, semi di papavero e di zucca, adagiati su deliziosi fazzoletti “fioriti” piegati a forma di fiore di loto! COLAZIONE DI PASQUA 2011-8  COLAZIONE DI PASQUA 2011-9 Insalata fredda di asparagi lessati, uova di quaglia e fiori di borraggine

COLAZIONE DI PASQUA 2011-10  COLAZIONE DI PASQUA 2011-11

Frittata alle erbe aromatiche preparata con: - 3 uova - erbe aromatiche fresche (mentuccia, maggiorana, erba cipollina, origano fresco e finocchietto) - sale - olio extravergine

COLAZIONE DI PASQUA 2011-12

Tagliere di formaggi con noci e fave fresche COLAZIONE DI PASQUA 2011-13 Ed ecco che ci siamo gustati COLAZIONE DI PASQUA 2011-15

Abbiamo trascorso una bellissima giornata, rallegrata anche dal buonumore mia madre che non regge il vino!!

Spero vi piaccia, un bacione Elisabetta!